yes_logo

LA QUALITA’ PREMIA

on apr 10, 15 • by • with No Comments

Che la qualità sia sempre premiante è un fatto assodato, ma ogni azienda vorrebbe poter dare una “misura” al risultato ottenuto dall’impegno che viene profuso nella ricerca di sempre più elevati standard qualitativi, di sempre più impegnativi percorsi volti alla soddisfazione del consumatore....
Pin It

Home » recenti » LA QUALITA’ PREMIA

yes_logoChe la qualità sia sempre premiante è un fatto assodato, ma ogni azienda vorrebbe poter dare una “misura” al risultato ottenuto dall’impegno che viene profuso nella ricerca di sempre più elevati standard qualitativi, di sempre più impegnativi percorsi volti alla soddisfazione del consumatore.

Oggi, uno studio compiuto su un importante marchio di qualità dall’Università del Piemonte Orientale – Dipartimento di Studi di Economia e Turismo – ci aiuta a capirlo.

Il marchio qualità preso in esame è “YES – Enjoy Torino Top Hospitality“, marchio che identifica le strutture ricettive della provincia di Torino più attente alla selezione dei processi qualitativi per la soddisfazione dei turisti: oltre 110 imprese aderenti per le quali sono stati presi in esame oltre 600 parametri di valutazione della qualità suddivisi tra accessibilità, innovazione strutturale, sicurezza, impianti, accoglienza, personale, cucina, ecc ecc., con un impegno certamente non indifferente ed un lavoro di retrovia ovviamente enorme.

Le aziende che hanno deciso di aderire a questo progetto – gestito dalla Camera di Commercio di Torino con il supporto tecnico dell’Isnart, hanno dovuto sicuramente faticare per avviare tutti i processi di valutazione e miglioramento di ogni procedura operativa, così come hanno sicuramente investito nella riqualificazione degli impianti, delle dotazioni delle camere, dei sistemi.

L’Università del P.O. stima che tutto il lavoro svolto e gli investimenti effettuati per la realizzazione dei processi di qualità messi in atto per soddisfare i parametri richiesti per l’adesione a YES abbiano prodotto un significativo aumento nel posizionamento degli alberghi sia sulla scala di gradimento dei consumatori – migliorando sensibilmente il tasso di riempimento – che sul valore economico percepito dal cliente, stimato in poco meno del 30% sul valore medio della camera.

Due elementi – maggior facilità di riempimento e pricing più elevato ma ugualmente gradito – hanno trasformato un progetto “di qualità” in un fortissimo elemento di resa economica e di brand reputation.

Non è certamente l’unico caso in cui la qualità paga. Certo non è sufficiente appiccicare un adesivo alla vetrina per migliorare la propria posizione: ogni nostra azione è frutto di processi migliorabili, e la somma dei miglioramenti processuali unita al rispetto di ogni altra fase del progetto, rappresentano una qualità che il cliente è in grado di percepire.

Mai come oggi è importante ricercare “la differenza”, e con prodotti sempre più omologati e spesso tendenti al basso, ed una sostanziale assenza di fantasia nel comparto produttivo, è la distribuzione che deve adoperarsi per aggiungere valore. E la qualità è sicuramente il valore più ricercato dai consumatori.

Related Posts

Scroll to top