Lectora_satisfaction-meter-3

QUALITA’ = SODDISFAZIONE!

on set 23, 15 • by • with No Comments

L’estate appena terminata porta con se l’eco delle vacanze, un’eco che – a seconda dei casi – si zittisce con la ripresa del lavoro o dello studio o continua a farsi sentire nelle aule di giustizia. Si, perché a dispetto del leggero calo delle vendite avvertito mediamente dalle agenzie di viaggio, è...
Pin It

Home » principale » QUALITA’ = SODDISFAZIONE!

Lectora_satisfaction-meter-3L’estate appena terminata porta con se l’eco delle vacanze, un’eco che – a seconda dei casi – si zittisce con la ripresa del lavoro o dello studio o continua a farsi sentire nelle aule di giustizia. Si, perché a dispetto del leggero calo delle vendite avvertito mediamente dalle agenzie di viaggio, è sensibilmente aumentato il ricorso agli avvocati da parte di viaggiatori delusi da quanto acquistato: bassa qualità delle strutture ricettive e del cibo, pochissima assistenza, ritardi e cancellazioni di voli, overbooking… e cattiva informazione. 

La varietà, sul banco delle lamentele, è enorme, ed è opportuno dire che alcune di esse sono realmente fondate. Diciamo “alcune di esse” in quanto, in mezzo a chi ha realmente subito un disagio, si cela una folta schiera di “scrocconi” che, dopo aver consumato la vacanza e convinti che basti invocare la scarsa varietà di caramelle proposta dal bar del villaggio per ottenere un risarcimento da “vacanza rovinata“, danno l’assalto ad agenti di viaggio e tour operator per portare a casa parte di quanto speso, se non di più.

Fenomeno prevalentemente italiano, il “mugugno postumo” si può combattere in due modi: il primo è quello di legarsi mani e piedi ad un principe del Foro in grado di risolvere i problemi davanti ai Giudici, il secondo – più economico – consiste nel creare un sistema di lavoro virtuoso, a prova di bomba, prestando la massima attenzione alla qualità ed esprimendola in ogni suo aspetto.

La scelta attentissima dei fornitori, da selezionare soprattutto per la capacità di risoluzione dei problemi, la consapevolezza dei doveri professionali dell’agente di viaggio in materia di informazione e di rapporti con i consumatori e i fornitori, la scrupolosa attenzione nel redigere i contratti di viaggio magari spendendo cinque minuti in più piuttosto che cinque in meno, la cura nel post-vendita, ricordando che una buona vendita si può dire conclusa solo quando il cliente torna in agenzia per ringraziare.

Qualità. Tutto questo è qualità nel lavoro, ed è il concetto che A.I.A.V. vuole far passare in ogni agenzia di viaggi: il mercato sta attuando una ferocissima selezione tanto nel nostro quanto in altri settori, e soprattutto noi che vendiamo servizi potremmo essere facilmente sostituiti quando non fossimo professionalmente in grado di “fare la differenza”, quando non sapessimo esprimere quell’enorme valore aggiunto che è la qualità in ogni fase del lavoro.

Un cliente soddisfatto torna. Questo dev’essere il principio ispiratore. E se il cliente torna perché soddisfatto vorrà dire che l’agente di viaggio avrà svolto bene il proprio lavoro. E’ ciò che vogliamo, no?  

Related Posts

Scroll to top